Quali requisiti deve possedere l’azienda a cui affidiamo la manutenzione del verde?

La manutenzione del verde è un servizio molto spesso affidato a soggetti esterni. Questo, però determina che l’impresa che riceve l’incarico debba possedere specifici requisiti di legge, in base all’articolo 12 della Legge 154/2016.

L’articolo 12 della Legge 154/2016 prevede:

  1. L’attività di costruzione, sistemazione e manutenzione del verde pubblico o privato affidata a terzi può essere esercitata:
    • dagli iscritti al Registro uffi ciale dei produttori, di cui all’articolo 20, comma 1, lettere a) e c) , del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 214;
    • da imprese agricole, artigiane, industriali o in forma cooperativa, iscritte al registro delle imprese, che abbiano conseguito un attestato di idoneità che accerti il possesso di adeguate competenze.
  2. Le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano disciplinano le modalità per l’effettuazione dei corsi di formazione ai fi ni dell’ottenimento dell’attestato di cui al comma 1, lettera b) .
Quanto previsto al comma 2, ha trovato attuazione nell’Accordo Stato Regioni del 22/02/2018 che definisce lo standard professionale e formativo del manutentore del verde.

L’accordo prevede un corso specifico per il titolare d’impresa o preposto facente parte dell’impresa. Il corso può essere erogato dalle Regioni o dalle Province autonome o da enti di formazione accreditati o autorizzati in base alle disposizioni di ciascuna Regione o Provincia autonoma. Viene lasciato alle Regioni identificare i requisiti dei docenti.

Per poter frequentare il corso, il singolo discente deve possedere il diploma di scuola media superiore e la maggiore età, fatto salvo che sia in possesso di qualifica professionale triennale.

Per gli stranieri è prevista la verifica della comprensione della lingua prima dell’inizio del percorso.

Complessivamente, il corso ha una durata di 180 ore di cui 60 di attività pratiche. I contenuti dei singoli moduli sono riportati all'Allegato B.

L’Accordo, al punto 7, riporta una serie di condizioni che possono esonerare completamente dal dover frequentare il corso o ridurne il numero di ore.

Ricadute per il committente articolo 26

Questo determina che il committente, in fase di affidamento di incarico di manutenzione del verde ad un'impresa, nell'ambito degli obblighi di cui all'articolo 26 comma 1, dovrà verificare che il titolare o un preposto, siano in possesso dell’attestato di qualifica professionale o, quantomeno, integrare l'autocertificazione di possesso dei requisiti andando a specificare di essere in possesso dell'attestato richiesto.

Per facilitare questa operazione, AimSafe ha inserito, tra i documenti obbligatori per l’appalto “Giardiniere” il possesso della qualifica, come documento richiesto.


Articoli correlati





Prova AimSafe

Cerchi uno strumento per gestire gli adempimenti relativi alla sicurezza sul lavoro?

Iscriviti ad AimSafe ed entra a far parte della nostra Community!