25 procedure trovate

01. INCENDIO

Procedure da mettere in atto in caso del verificarsi di un principio di incendio che coinvolga l'attività.


02. EMERGENZA SANITARIA

Procedure da applicare a seguito di un infortunio o del verificarsi di un malore sia carico dei lavoratori sia a carico di eventuali utenti/clienti.


03. TERREMOTO

Procedure da mettere in atto in caso di terremoto.


04. ALLAGAMENTO

Procedure da mettere in atto in caso di rotture di tubazioni o altro che provochino un allagamento all'interno dell'attività.


05. ALLUVIONE

Procedure da mettere in atto in caso del verificarsi di una alluvione o altro evento atmosferico rilevante.


06. AGGRESSIONE

Procedure da mettere in atto in caso del verificarsi di una aggressione.


Accogliere i soccorsi esterni

E' una buona prassi accogliere i soccorsi esterni al loro arrivo per accelerare il loro intervento accompagnandoli nel luogo preciso dell'evento in cui è necessario il loro intervento.


Assistenza ai soccorsi esterni

Una volta giunti sul posto i soccorsi esterni (Ambulanza, Vigili del Fuoco, etc.) saranno loro a prendere in mano la gestione e la coordinazione dell'emergenza, i lavoratori rimarranno a disposizione in caso di richiesta di intervento.


Attivazione allarme / ordine di evacuazione

Qual ora l'emergenza riscontrata lo richieda il coordinatore darà l'ordine di procedere con l'attivazione dell'allarme per attivare l'evacuazione di tutti i locali.


Attivazione del coordinatore delle emergenze

In azienda è prevista la figura del coordinatore per la gestione dell'emergenza, di norma il direttore o suo sostituto.


Attivazione valvole di intercettazione

In caso di emergenza può essere necessario intervenire sulle delle valvole di intercettazione al fine di interrompere l'afflusso di sostanze pericolose (gas, liquidi infiammabili, ossigeno, etc.) all'interno dei locali.


Chiamata ai soccorsi

La presente procedura va attuata in tutti i casi in cui si presenti una emergenza (identificata nei protocolli al capitolo precedente) per la quale si ritenga necessario l’intervento di soccorsi esterni (Polizia di Stato, Carabinieri, Vigili del Fuoco, Soccorsi di Emergenza).


Chiamata ai soccorsi esterni 112

La presente procedura va attuata in tutti i casi in cui si presenti una emergenza per la quale si ritenga necessario l’intervento di soccorsi esterni (Forze dell'Ordine, Vigili del Fuoco, Sistema Sanitario di Emergenza, etc.).


Comportamenti in caso di aggressione / rapina

In occasione di una eventuale aggressione e/o rapina è necessario in via prioritaria preservare la propria sicurezza, quindi è spesso consigliabile assecondare e facilitare gli aggressori seguendo poche semplici regole.


Coordinazione della gestione dell'emergenza

Il coordinatore dell'emergenza o suo sostituto, preso atto dell'emergenza in corso e del suo stato di avanzamento, nonché delle risorse umane disponibili (addetti alle emergenze, lavoratori, etc.), organizzerà gli interventi affidando gli incarichi.